Natura, Arte e Cultura

un luogo, un antico Giardino nel cuore della Città

Una passeggiata nel verde, attività di giardinaggio, concerti, cinema e teatro, presentazione di libri, letteratura, poesia, saggistica, esposizioni di fotografia, opere pittoriche, grafiche, scultura. Laboratori culturali e artistici (anche per i più piccoli), conferenze, dibattiti tra incontro, scoperta, confronto sui temi della legalità, storici, sociali, artistici e culturali.

Concorso Chitarra Verde 2022

ISCRIZIONI PROROGATE AL 24 MAGGIO

Con il patrocinio dei Rotary Club di Siena e di Siena Est, viene indetta la 1° edizione del Concorso chitarristico regionale “Chitarra Verde”.

Il concorso è rivolto a giovani chitarriste e chitarristi della Regione Toscana e a formazioni chitarristiche (dal duo al quartetto), dai 12 ai 24 anni di età residenti in Toscana e/o frequentanti Istituti scolastici, Conservatori e ISSM, Scuole di musica pubbliche o private regionali.

Il Giardino

L' idea di aprire il Giardino nasce nel Maggio 2016, quando l’intero Polo Civile del Tribunale di Siena è stato trasferito in via Camollia, 85.

Da allora, per iniziativa di volontari tra magistrati, avvocati, personale e cittadini, costituitisi in comitato ci siamo dedicati alla cura e manutenzione dell’Area Verde, un tempo abbandonata e degradata.

 

Gli Spazi

L'Area Verde si compone di una bella limonaia (circa 50-60 posti a sedere), un antistante piazzale lastricato, e di altri due ampi prati, ideali per eventi all'aperto, tra antiche mura urbane e fonti, sotto un maestoso cedro secolare.

 

Gli Orari

Aperto a tutti, dal lunedì al venerdì dalle 7:30 alle 18:30
Il sabato fino alle 14:00
Aperture ulteriori in occasione degli eventi

Iscrizione associativa aperta a tutti al costo di 5,00€

Ingresso Principale
(accessibile per persone con disabilità)

via Camollia 85, presso Polo Civile del Tribunale di Siena

Ingresso Eventi
(accesso persone con disabilità da via Camollia 85)

via del Romitorio 4 - 53100 Siena

Lo Statuto

Meglio di ogni altra descrizione, lo Statuto illustra lo spirito e l’intendimento che anima l’associazione:

"Art. 2 – Il Comitato persegue esclusivamente finalità di solidarietà sociale ed ha il seguente scopo: rigenerazione e gestione dell'area verde che accede all'attuale Polo Civile del Tribunale di Siena, in via Camollia n. 85 (ingresso secondario dal vicolo del Romitorio) al fine di consentirne agli utenti tutti dell'Ufficio e alla cittadinanza una fruizione collettiva, oggi impedita dallo stato di grave degrado e abbandono, con l'intento primario di restituirla alla sua originaria e storica bellezza tra antiche mura urbane e fonti."

"Trattasi di uno spazio privato (proprietà Fondazione Accademia Chigiana) già attualmente adibito ad uso pubblico (art. 13 Regolamento sui beni comuni urbani - delib. C.C. 2014/n. 153) per una platea non indifferente di fruitori, che si intende ampliare senza distinzioni, secondo contenuti e modi comunque consoni alla sicurezza e al decoro della sua attuale destinazione funzionale, al fine di consolidare anche relazioni tra gruppi di cittadini e promuovere lo scambio di esperienze e strumenti in ossequio alla tradizione civica cittadina.
La fruizione collettiva sarà quella propria di un’area verde urbana, ampia e dalle caratteristiche di notevole gradevolezza e interesse, nel cuore di un territorio densamente abitato, anche a intensa percorrenza turistica, e nelle vicinanze di istituzioni territoriali, scolastiche e assistenziali, anche al fine di promuovere la creatività, le arti, la formazione e la sperimentazione artistica ai sensi dell’art. 7 Regolamento sui beni comuni urbani (delib. C.C. 2014/n. 153) con particolare riguardo ai giovani e alle persone disabili e con
specifica attenzione a tematiche della legalità e sociali avvalendosi anche, oltre che dei due ampi cortili erbosi, dello spazio chiuso attrezzato, incluso nell’Area, la c.d. Limonaia, contenente circa 60 posti seduti, a mezzo eventi di qualsiasi natura.
Lo scopo predetto si intende raggiungere a mezzo attivazione del volontariato costituito anzitutto dal personale, magistrati e operatori della Giustizia, avvocati, quindi da cittadini interessati, in special modo del territorio limitrofo, altresì avvalendosi di volontari nelle forme dell’art. 3, co. 4 e 5 Regolamento sui beni comuni urbani (delib. C.C. 2014/n. 153) e in collaborazione con Scuole, Università, Istituzione Penitenziaria ed altri soggetti le cui finalità siano compatibili con quelle perseguite dal Comitato”.

 

Si è dunque intrapreso con entusiasmo un cammino, ormai sempre più lungo quello alle nostre spalle, che vede i tradizionalmente austeri luoghi della Giustizia aperti al confronto e alla collaborazione, con l’avvocatura, quindi con altre istituzioni, di ogni genere, e la cittadinanza stessa, in uno scambio di esperienze formativo, sociale, culturale e anche artistico.

Organi del Comitato

Presidente comitato:
Delio Cammarosano - giudice del Tribunale di Siena
Membri permanenti del consiglio esecutivo:
Presidente del Tribunale di Siena (vicepresidente);
Procuratore della Repubblica;
Presidente del Consiglio dell’Ordine Avvocati Siena